Facebook 
      Sei qui:
 Home » In evidenza » Convegno Mariano inter-diocesano 
Lunedì 18 Giugno 2018

Convegno Mariano inter-diocesano   versione testuale

Diocesi: Locri-Gerace; Mileto-Nicotera-Tropea; Oppido Mamertina-Palmi; Reggio Calabria-Bova


 «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». (Lc 1, 38a)

Questo è il tema della convocazione regionale mariana dei gruppi e delle comunità del Rinnovamento nello Spirito Santo Calabria; l’appuntamento che ogni anno coinvolge il popolo calabrese, si è svolto con modalità differenti rispetto al passato. Si è deciso di scomporlo in tre giornate (26-27 maggio e 2 giugno 2018), questo ha comportato l’incontro di più Diocesi accolte da una ospitante com’è avvenuto nella nostra Diocesi di Oppido Mamertina-Palmi. La convocazione si è svolta presso l’Auditorium diocesano "Famiglia di Nazareth" a Rizziconi che ha visto la presenza delle Diocesi di Locri-Gerace, Mileto-Nicotera-Tropea e Reggio Calabria-Bova.

Il programma ha avuto inizio nel primo pomeriggio con l’accoglienza, seguita dalla preghiera carismatica e la relazione di Don Giampiero Fiore membro del CRS, per poi concludersi con una forte esperienza spirituale guidata da Don Giampiero, da Padre Giorgio Tassone, da Giuliana Sessa (Coordinatrice regionale RnS) e da Marcella Reni. La relazione di Don Giampiero è stata incisiva: ha affermato che il sogno di Dio è stare con l’uomo, ad ognuno è stata affidata una missione e quella di Maria portava il nome di Gesù. Grazie al suo sì oggi gli uomini possono avere Gesù sempre nel cuore. Maria è un chiaro esempio della fede verso il Padre e tutti come lei sono chiamati ad accogliere il disegno di Dio nella propria vita. Maria ricorda che bisogna fare spazio a Dio, per potersi fare servi, per poter custodire, accogliere e servire, i tre verbi che più hanno contraddistinto il suo essere donna di fede. Lei è la prima che insegna che si può vivere da risorti, ognuno con la propria vita ma trasformata dallo Spirito Santo.

Ha infine raccontato di un miracolo avvenuto presso il Santuario della Madonna del Pettoruto a Cosenza, tanti anni fa, in cui un uomo che non sentiva da un orecchio ha poggiato la parte ammalata sulla statua della Madonna e nel tragitto verso casa è guarito. Dopo molti anni ha fatto una visita all’altro orecchio che iniziava ad avere problemi come il precedente ed il medico che lo ha visitato ha controllato anche l’orecchio ormai guarito ed è rimasto molto stupito perché chi lo aveva operato anni prima era stato molto innovativo e bravo perché aveva usato una tecnica molto moderna ed efficace di operazione.

Don Giampiero ha invitato l’assemblea a portare tutti i pesi, desideri e gli ammalati a Maria che tutto può. Questa fiducia in Dio e nella Vergine è stata ripresa durante il forte momento di esperienza spirituale davanti a Gesù sacramentato, una fiducia piena, libera e consapevole che «tutto posso in colui che mi dà la forza» (Fil 4,13).La giornata si è conclusa con un segno: ognuno dei presenti aveva un lumino accesso,rappresentazione del fuoco dello Spirito Santo, e mentre ogni Diocesi recitava una preghiera, un rosario creato con dei palloncini è stato liberato verso il cielo come omaggio alla Vergine amata e come chiaro segno della nostra appartenenza a Dio.  

 

 

 Alessia Penna

Rinnovamento nello Spirito Santo

 




Condividi su:
Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie
Copyright © 2017 Diocesi di Oppido Mamertina - Palmi - info@diocesioppidopalmi.it

Sezione News: Supplemento online di AcquaViva - Reg.Trib. di Palmi nr. 66/1993
Powered by Lamorfalab Studio Creativo