Facebook 
      Sei qui:
 Home » In evidenza » Il XXI Convegno Nazionale di Pastorale della Salute 
Martedì 20 Agosto 2019

Il XXI Convegno Nazionale di Pastorale della Salute   versione testuale

"Feriti dal dolore toccati dalla grazia"


Si è svolto a Caserta dal 13 al 16 maggio 2019 il XXI Convegno Nazionale della Salute dal titolo "Feriti dal dolore, toccati dalla grazia - La pastorale della salute che genera il bene". Al Convegno ha partecipato il Direttore della Pastorale della Salute della nostra Diocesi, il diacono Tony Scarcella insieme con la moglie Caterina Madonna.

Obiettivo principale del Convegno è stato mettere a tema la questione dei sensi come strumenti di conoscenza, di diagnosi e cura ma anche di vicinanza e accompagnamento. Nel 2018 era stato lo sguardo, quindi la vista, quest’anno è toccato al tatto quindi al toccare. La sessione plenaria del convegno è stata preceduta da una due giorni costellata da 22 sessioni tematiche in contemporanea tutte incentrate sul tema della cura spirituale per chi soffre e per chi svolge la propria attività professionale negli ospedali negli Hospice, nelle case di cura.

Al diacono Scarcella è stato affidato il tema avente per titolo "Toccati dalla grazia del servizio: l’esperienza di un operatore sanitario" all’interno della sessione dedicata al diaconato con il suggestivo titolo "Scoperchiare i tetti" di evangelico richiamo.

La sua relazione ha voluto essere una sorta di finestra sul mondo del vissuto quotidiano dell’operatore e del paziente: con il cambiamento di approccio professionale provocato dall’esperienza personale della malattia e dalla grazia dell’ordinazione. Ha voluto anche rimarcare la centralità del paziente, con alcuni richiami biblici che si fanno maestri per coloro i quali si accostano al mondo della sofferenza.

Mettere al centro il malato vuol dire comunicare anche non verbalmente, il contatto fisico può essere invasivo della intimità ma anche gesto di tenerezza che cura. La comunicazione si completa con l’ascolto silenzioso cercando di creare gli spazi adatti tra i ritmi giornalieri della vita di corsia, tenendo sempre presente che il tempo dedicato alla comunicazione è tempo donato alla guarigione.

Scarcella ha voluto declinare la malattia come occasione di solitudine, acuita in maniera esasperata dalla imperante cultura dello scarto, che vede soprattutto gli anziani e ancor più quelli con malattie croniche e degenerative letteralmente spinti ai margini di una società che li percepisce come un peso.

Al Convegno era presente anche una rappresentanza della Consulta dell’Ufficio Regionale di Pastorale della Salute diretto da don Antonio Martello, della quale il nostro Direttore diocesano fa parte da alcuni anni.




Condividi su:
Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie
Copyright © 2017 Diocesi di Oppido Mamertina - Palmi - info@diocesioppidopalmi.it

Sezione News: Supplemento online di AcquaViva - Reg.Trib. di Palmi nr. 66/1993
Powered by Lamorfalab Studio Creativo