Facebook 
      Sei qui:
 Home » In evidenza » "IL SORRISO DEGLI ANGELI" 
Venerdì 14 Agosto 2020

"IL SORRISO DEGLI ANGELI"   versione testuale


 

Un sorriso. Un semplice e dolce sorriso. Un gesto istintivo, spesso sottovaluto, a volte ritenuto scontato ma che può far vibrare il cuore di emozione, far brillare gli occhi di commozione, attribuire valore particolare ad una giornata, solo apparentemente, "normale" e far riflettere. Tutto ciò è stato sperimentato e vissuto da quanti, venerdì 20 dicembre, ci siamo recati all’Ospedale "Pugliese Ciaccio" di Catanzaro, in visita ai bambini del Reparto di Pediatria. Una visita fortemente voluta dal nostro parroco, don Gaudioso Mercuri, sempre estremamente sensibile e vicino a chi ha bisogno, e realizzatasi grazie alla disponibilità del Primario dott. Giuseppe Raiola.

Eravamo tanti, tantissimi. Don Gaudioso, entusiasta e trascinante, ha promosso tale iniziativa e la risposta è stata immediata; l’anelito a parteciparvi è stato avvertito, in maniera istintiva, dal profondo del cuore, da parte di ragazzi e di adulti, desiderosi, forse da tanto tempo, di poter offrire un piccolo sollievo a dei piccoli e dolci angioletti., purtroppo malati. Al punto stabilito per il raduno eravamo moltissimi: la squadra Carros-Saint Michel di Varapodio unitamente alla squadra Saint Michel di Gioia Tauro, alcuni ragazzi delle Scuole Medie e tanti genitori, mamme e papà, particolarmente coinvolti dal punto di vista emotivo.

Cariche di apprensione le domande che tutti ci ponevamo, soprattutto quando la meta diventava prossima: cosa avremmo detto? cosa avremmo fatto al cospetto di questi bambini sofferenti? Arrivati al reparto, guidati dal nostro caro parroco e con grande commozione, abbiamo incontrato i piccoli e, all’improvviso, il nostro cuore si è aperto, si è illuminato e non abbiamo dovuto seguire nessun copione prestabilito, perché a parlare erano le nostre anime, le nostre mani che accarezzavano i piccoli, i nostri occhi che incrociavano i loro occhi luminosi e i nostri sorrisi.

Risuonavano le vocine dei bambini, contenti per i dolcetti e i regalini ricevuti e per la compagnia di "tutta questa gente" che per un po’ è stata con loro. Il nostro Babbo Natale, nella persona di Francesco Fedele, simpaticissimo, coinvolgente, ciclonico, ha saputo meravigliarli, stupirli, farli divertire e gioire. Tutti in braccio a lui per la foto! Indelebili gli sguardi di gratitudine dei genitori, devotamente accanto ai loro figli.

Il regalo più grande per noi? Le risa della piccola M. che, in un primo momento titubante, dopo aver familiarizzato con noi, giocava per il corridoio divertita e coccolata dal nostro Babbo Natale. La visita si è conclusa con un intenso momento di raccoglimento, di ringraziamento e di preghiera a nostro Signore, presso la cappella del nosocomio.

I piccoli e dolcissimi angioletti che abbiamo avuto la fortuna di conoscere sono rimasti impressi nella nostra mente e nel nostro cuore. Sono l’immagine di Gesù Bambino, teneri e gracili, ma capaci di grandi battaglie e, soprattutto, capaci di dare e trasmettere tanto amore, di risvegliare le nostre coscienze, di sollevarci dalle quotidiane futilità, per concentrarci sul nostro prossimo bisognoso di vicinanza e di solidarietà. Siamo andati via con il cuore rinfrancato dalla presenza di Gesù e con la malinconia di lasciarli, perché, come sapientemente insegna il sommo poeta Dante "Tre cose sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini".

Per tutti noi questo sarà un Natale diverso!

 

Nadia Silipigni


Condividi su:
Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie
Copyright © 2017 Diocesi di Oppido Mamertina - Palmi - info@diocesioppidopalmi.it

Sezione News: Supplemento online di AcquaViva - Reg.Trib. di Palmi nr. 66/1993
Powered by Lamorfalab Studio Creativo