Facebook 
      Sei qui:
 Home » In evidenza » CORONAVIRUS - Lettera del Vescovo Mons. Francesco Milito 
Giovedì 2 Aprile 2020

CORONA VIRUS - Lettera del Vescovo Mons. Francesco Milito   versione testuale


 

Carissimi,

       a seguito del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, trasmesso stamattina, si riporta il «Decreto "coronavirus": la posizione della CEI», pervenuto dall'Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali e il Messaggio della Conferenza Episcopale Calabra.

Stiamo indubbiamente attraversando un momento difficile. Il Signore ci aiuti a saper mantenere il dovuto atteggiamento di osservanza delle disposizioni governative fino a venerdì 3 aprile. Teniamo alta la tensione di preghiera personale in questa particolare e imprevista congiuntura.

L’apertura delle chiese permetterà di perseverare privatamente nelle più care pratiche di pietà, ma resta inteso che le celebrazioni nelle case religiose è riservata esclusivamente ai membri della comunità. Il ricordo orante si allarghi così perché a nessuno di coloro che operano a servizio della collettività o che si trovano coinvolti nel contagio venga a mancare il sostegno e l’aiuto necessari.

Il delicato periodo offre molteplici spunti di riflessione e di meditazione sul piano della vita sociale, politica, culturale, religiosa, spirituale e anche per l’esercizio più accentuato delle virtù di fede, carità e speranza, proprie del cristiano, e di concentrarci sull’essenziale che conta davvero. Un "vero corso allargato" di Esercizi Spirituali da cui ricavare salutari impulsi per il futuro.   

I sacerdoti accompagnino questo "digiuno eucaristico" delle nostre Comunità, ma senza l’ "astinenza", in privato, dalla quotidiana celebrazione della Santa Messa, ricorrendo anche a quelle particolari intenzioni previste nel Messale Romano (cfr. Messa "Per qualunque necessità", pp. 826-827, nonché per altre intenzioni: "Infermi" pp. 822-823, "Moribondi" pp. 823-824).

L’utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione può contemporaneamente servirci per continuare a coltivare la pietà secondo forme di intelligente creatività e cura pastorale affinché questo tempo di Quaresima, nel "deserto" che stiamo attraversando, sia vissuto con forte sensibilità esodale verso la Pasqua e con non minore impegno che in condizioni di normalità.

Ci proteggano sempre Maria, aiuto dei cristiani, e i nostri santi patroni.

 

+ Francesco MILITO Vescovo

- COMUNICATO CEI (link)
- COMUNICATO CEC (link)

 

Prot. n. 80/20                                                                                           
Palmi, 8 marzo 2020

Allegati: Comunicato CEI e Messaggio CEC

 

Condividi su:
Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie
Copyright © 2017 Diocesi di Oppido Mamertina - Palmi - info@diocesioppidopalmi.it

Sezione News: Supplemento online di AcquaViva - Reg.Trib. di Palmi nr. 66/1993
Powered by Lamorfalab Studio Creativo